Tel: 045.79.75.453

Vietnam 

Hanoi, Halong, Hoi An, Hue, Saigon

UN ITINERARIO CHE TOCCA LE PIÙ CELEBRATE LOCALITÀ DEL VIETNAM: LE CITTÀ DI HANOI
E SAIGON, LA MAGICA BAIA DI HALONG, LA CITTÀ IMPERIALE DI HUE, IL DELTA DEL MEKONG

Durata 10 giorni, 7 notti

QUOTE A PARTIRE DA: 2135 €

 

 

 

Itinerario

1.

Italia/Hanoi

Partenza con vettore di linea. Pasti e pernottamento a bordo.

 

 

 

 

 

2.

Hanoi

Arrivo ad Hanoi.

Dopo il ritiro dei bagagli, incontro con la guida e trasferimento in hotel.

Nel pomeriggio visite della capitale vietnamita, abitata sin dal III secolo e rifondata nel XI secolo dalla dinastia che liberò il paese dal dominio cinese; il suo volto attuale risale al periodo coloniale
francese.

Visita dei luoghi piú classici passando davanti all’imponente Mausoleo di Ho Chi Minh si entra nel parco di quella che fu la Residenza del Governatore Generale d’Indocina e qui si trova la casa in cui visse il Presidente; non distante sorge la deliziosa “Pagoda a pilastro unico” eretta nel 1049 e di fronte ad essa la Pagoda Dien Huu. Il Van Mieu, il Tempio confuciano della Letteratura, fu la più antica Università asiatica e risale al 1070.

Nel cuore della città si trova il Lago della Spada Restituita con l’isolotto del tempio della Montagna di Giada. In serata spettacolo
teatrale delle famose “marionette sull’acqua”.

Nel teatro situato sulle rive del Lago della Spada restituita si assisterà ad uno spettacolo unico al mondo dove gli attori sono delle marionette in legno che, accompagnate da suggestive musiche, recitano e danzano sull’acqua facendo rivivere le antiche storie della tradizione, gustose scene di vita quotidiana e vicende tratte dalle più poetiche leggende popolari.

Cena e pernottamento.

PUNTI DI INTERESSE

Tempio della Letteratura
Il Tempio della letteratura è situato nel distretto di Dong Da, a due chilometri dal centro e fu sede della più antica Università del Vietnam. Secondo la tradizione il tempio fu eretto nel 1070 dal re Ly Thanh Tong. Qui erano impartiti insegnamenti ispirati alla dottrina del Confucianesimo e vennero educati sia principi reali e figli dei Mandarini che giovani comuni distintisi per il loro talento. All’interno del tempio si trovano 82 steli, sorrette da sculture raffiguranti tartarughe, che risalgono ad un periodo compreso tra il
1484 e il 1780 e riportato le iscrizioni dei nomi, data e luogo di nascita degli studenti più meritevoli, oltre alla loro votazione finale.
Pagoda a Pilastro Unico. Costruita in legno e sorretta da un unico pilastro, questa venne realizza nel 1049 e fu chiamata Dien Huu.
Secondo la leggenda, il re Ly T hai To, il quale non aveva ancora figli, sognò la divinità della misericordia seduta su di una foglia
di loto che gli promise l’arrivo di in discendente. Dopo il sogno premonitore, Ly T hai To sposò una fanciulla del suo paese e divenne finalmente padre. Per rendere grazie alla divinità, il sovrano decise quindi di dedicarle questa pagoda a forma di loto.

Hanoi
Hanoi è la capitale del Vietnam, costruita nel 1010 per volontà dell’imperatore Lý Thái Tổ, della dinastia Lý che la chiamò Thăng
Long. La città fu chiamata Hà Nội nel 1831, su decisione dell’imperatore Minh Mang. Occupata dai francesi nel 1873, divenne la capitale dell’Indocina francese nel 1902. Nel 1940 ad occuparla fu invece l’esercito giapponese, da cui si liberò ufficialmente il 2 settembre1945, giorno in cui il eader del movimento indipendentista Việt Minh, Ho Chi Minh, proclamò l’indipendenza della Repubblica Democratica del Vietnam. Rioccupata dai colonialisti francesi nel 1946, venne ldefinitivamente liberata otto anni più tardi, per diventare la capitale della Repubblica Democratica Popolare del Vietnam del Nord fino alla riunificazione del Paese avvenuta nel 1976.

 

 

 

 

 

 

3.

Hanoi/Halong

Prima colazione.

Partenza per la famosissima baia di Halong, formata da centinaia di isolotti emergenti dal mare: un’antica leggenda narra la nascita di questa meraviglia, formatasi dai resti della coda di un drago inabissatosi nel mare.

Sosta lungo il tragitto al villaggio delle ceramiche.

Arrivo al porto, imbarco sul battello da crociera e sistemazione nelle cabine. Inizio dell’escursione addentrandosi tra la miriade di isole, isolotti, faraglioni e scogliere entro le quali si aprono grotte ove stalattiti e stalagmiti disegnano le piú straordinarie scenografie naturali.

Seconda colazione, cena e pernottamento a bordo.

PUNTI DI INTERESSE

Halong
La baia di Halong, situata nella città di Halong, provincia di Quang Ninh, è una destinazione di viaggio molto ambita e fa parte delle
aree protette dall’UNESCO. La zona presenta migliaia di pietre calcaree e isole di varie dimensioni ed è il centro di una vasta area che comprende zone come la baia di Tulong al nord e alcune isole nel sudest.

 

 

 

 

 

4.

Halong/Hoi An

Prima colazione.

La mattinata sarà ancora dedicata alla scoperta delle piú nascoste meraviglie della baia.

Brunch a bordo e sbarco.

Rientro ad Hanoi e trasferimento in aeroporto.

Partenza quindi con il volo per Danang, sede della più grande base militare americana durante il famoso conflitto.

Arrivo e sistemazione in hotel a Hoi An.

Cena e pernottamento.

PUNTI DI INTERESSE

Myson
My Son, nel Vietnam del Sud, è il sito archeologico più suggestivo del Paese immerso nel verde della foresta tropicale. Il sito di My Son fu l più importante centro spirituale e religioso del Regno Champa e rappresenta il luogo del Sudest Asiatico che rimase abitato più a lungo per motivi religiosi. Sorgono qui alcune torri Cham, suggestive testimoni della più antica etnia del Paese. Il vasto complesso di monumenti religiosi che compongono il Santuario di My Son era originariamente costituito da oltre 70 strutture, delle quali ne rimangono oggi ancora 25.

Hoi An
La città vietnamita di Hội An è situata a circa 30 chilometri a sud di Da Nang. Conosciuta dai mercanti europei come Faifo, è stata la prima città a cristianizzarsi. Nel XVI secolo, giunse qui il francese Alexandre de Rhodes che ideò l’alfabeto quoc ngu derivato dal latino e utilizzato tuttora nelle lingua scritta vietnamita. La città ospita numerosi musei dove è possibile scorprire la storia della regione, caratterizzata soprattutto dalla lavorazione della ceramica: da segnalare il Museo della cultura Sa Huynh e il Museo del commercio della ceramica. Hội An, inoltre, è apprezzata per il suo tipico Cao lầu a base di noodles.

 

 

 

 

 

 

5.

Hoi An

Prima colazione.

In mattinata partenza per la visita di My Son, l’antichissima “Città Santa” del regno del Champa che fu contemporaneo ed antagonista del grande Impero di Angkor, dichiarata “World Heritage” dall’Unesco.

In un superbo anfiteatro roccioso ammantato di folta e selvaggia vegetazione gli antichi sovrani Cham fecero costruire, tra il VI ed il XIV secolo, i loro santuari in mattone ed arenaria in cui per secoli si
celebrarono i riti in onore di Shiva e Vishnu.

Seconda colazione.

Nel pomeriggio visita del massiccio roccioso del Ngu Hanh Son, le Cinque Montagne di Marmo o dei “Cinque elementi naturali”.

Ai suoi piedi, nel villaggio di Dong Hai, centinaia di famiglie si dedicano ancora alla vecchia arte di lavorazione della pietra.

Da una breve scalinata in pietra si salirà fino a mezza costa dove, addossata alla parete rocciosa, ai tempi dell’Imperatore Minh Mang venne costruita la Linh Ung Pagoda, uno dei più venerati luoghi di culto della regione.

Rientro e visita della cittadina di Hoi An, incantevole cittadina un tempo fiorente porto commerciale e centro di scambi culturali tra oriente ed occidente.

Percorrendone le suggestive vie su cui si affacciano decine e decine di botteghe, negozi, boutique e gallerie d’arte si raggiungerà il delizioso Ponte Giapponese per poi visitare un tempio della ricca comunità cinese da cui si proseguirà, entrando nell’antica casa di un potente mercante dei secoli passati.

Passeggiata serale e cena in ristorante.

Pernottamento.

PUNTI DI INTERESSE

Pagoda di Thien Mu
La pagoda di Thien Mu è la pagoda più alta del Vietnam, parte dello storico tempio che è simbolo della città di Hue, in Vietnam.
Composta da sette piani, la pagoda è sovrastata dalla Torre Phuoc Duyen (“fonte di felicità”) che si erge per 21 metri sopra la
terrazza. Venne eretta intorno al 1600 a seguito di una profezia secondo cui a chiunque avesse fondato una pagoda sul Fiume dei Profumi sarebbe stata garabtita una lunga e prospera dinastia.

Tu Duc
Tu Duc è un mausoleo situato nella città di Hue e fu eretto in memoria dell’Imperatore della dinastia Nguyen, Tu duc, per celebrare il suo lungo regno che durò dal 1847 al 1883, più di ogni altro. Dopo la morte degli imperatori della dinastia Nguyen, i loro corpi vennero sepolti nel Mausoleo. Nonostate ciò Tu Duc non fu mai sepolto nella Tomba Reale, che lui stesso fece costruire, e dove si trovino oggi i suoi resti rimane un mistero.

Hoi An
La città vietnamita di Hội An è situata a circa 30 chilometri a sud di Da Nang. Conosciuta dai mercanti europei come Faifo, è stata la prima città a cristianizzarsi. Nel XVI secolo, giunse qui il francese Alexandre de Rhodes che ideò l’alfabeto quoc ngu derivato dal latino e utilizzato tuttora nelle lingua scritta vietnamita. La città ospita numerosi musei dove è possibile scorprire la storia della regione, caratterizzata soprattutto dalla lavorazione della ceramica: da segnalare il Museo della cultura Sa Huynh e il Museo del commercio della ceramica. Hội An, inoltre, è apprezzata per il suo tipico Cao lầu a base di noodles.

6.

Hoi An

Prima colazione.

In mattinata partenza per la visita di My Son, l’antichissima “Città Santa” del regno del Champa che fu contemporaneo ed antagonista del grande Impero di Angkor, dichiarata “World Heritage” dall’Unesco.

In un superbo anfiteatro roccioso ammantato di folta e selvaggia vegetazione gli antichi sovrani Cham fecero costruire, tra il VI ed il XIV secolo, i loro santuari in mattone ed arenaria in cui per secoli si
celebrarono i riti in onore di Shiva e Vishnu.

Seconda colazione.

Nel pomeriggio visita del massiccio roccioso del Ngu Hanh Son, le Cinque Montagne di Marmo o dei “Cinque elementi naturali”.

Ai suoi piedi, nel villaggio di Dong Hai, centinaia di famiglie si dedicano ancora alla vecchia arte di lavorazione della pietra.

Da una breve scalinata in pietra si salirà fino a mezza costa dove, addossata alla parete rocciosa, ai tempi dell’Imperatore Minh Mang venne costruita la Linh Ung Pagoda, uno dei più venerati luoghi di culto della regione.

Rientro e visita della cittadina di Hoi An, incantevole cittadina un tempo fiorente porto commerciale e centro di scambi culturali tra oriente ed occidente.

Percorrendone le suggestive vie su cui si affacciano decine e decine di botteghe, negozi, boutique e gallerie d’arte si raggiungerà il delizioso Ponte Giapponese per poi visitare un tempio della ricca comunità cinese da cui si proseguirà, entrando nell’antica casa di un potente mercante dei secoli passati.

Passeggiata serale e cena in ristorante.

Pernottamento.

PUNTI DI INTERESSE

Pagoda di Thien Mu
La pagoda di Thien Mu è la pagoda più alta del Vietnam, parte dello storico tempio che è simbolo della città di Hue, in Vietnam. Composta da sette piani, la pagoda è sovrastata dalla Torre Phuoc Duyen (“fonte di felicità”) che si erge per 21 metri sopra la
terrazza. Venne eretta intorno al 1600 a seguito di una profezia secondo cui a chiunque avesse fondato una pagoda sul Fiume dei Profumi sarebbe stata garabtita una lunga e prospera dinastia.

Tu Duc
Tu Duc è un mausoleo situato nella città di Hue e fu eretto in memoria dell’Imperatore della dinastia Nguyen, Tu duc, per celebrare il suo lungo regno che durò dal 1847 al 1883, più di ogni altro. Dopo la morte degli imperatori della dinastia Nguyen, i loro corpi vennero sepolti nel Mausoleo. Nonostate ciò Tu Duc non fu mai sepolto nella Tomba Reale, che lui stesso fece costruire, e dove si trovino oggi i suoi resti rimane un mistero.

Hoi An
La città vietnamita di Hội An è situata a circa 30 chilometri a sud di Da Nang. Conosciuta dai mercanti europei come Faifo, è stata la prima città a cristianizzarsi. Nel XVI secolo, giunse qui il francese Alexandre de Rhodes che ideò l’alfabeto quoc ngu derivato dal latino e utilizzato tuttora nelle lingua scritta vietnamita. La città ospita numerosi musei dove è possibile scorprire la storia della regione, caratterizzata soprattutto dalla lavorazione della ceramica: da segnalare il Museo della cultura Sa Huynh e il Museo del commercio della ceramica. Hội An, inoltre, è apprezzata per il suo tipico Cao lầu a base di noodles.

7.

Hue/Saigon

Prima colazione.

Mezza giornata di visita, anche in cyclo, del quartiere di Cholon, la Saigon “cinese”, si ritrova una profonda quiete ed un religioso silenzio entrando in Thien Hau, il più prezioso e celebrato tempio della Comunità cantonese, dedicata alla Dama Celeste protettrice di
mercanti e marinai, che ancora oggi è venerata in un mistico ambiente immerso nei fumi dell’incenso.

Poi passeggiata lungo Trieu Quang Phuc strada, un quartiere di vendita di erbe tradizionale cinese.

Continua a visitare Chiesa di Cha Tam – una Chiesa cattolica speciale della comunità cinese costruita nel 1900 con uno stile eclettico, mescolando il gotico con elementi neo-barocchi ed è decorato un po ‘ come tempio cinese.

Questo è anche un sito storico dove l’ex Vietnam del sud presidente Ngo Dinh Diem è stato grippato dopo la fuga dal Palazzo presidenziale a causa di un colpo di stato nel novembre 1963. Si prosegue poi assaporando lo shopping nella vivace zona commerciale che va dalla via Dong Khoi, la “Rue Catinat” dei coloni francesi, alla piazza del grande mercato Ben Thanh.

Seconda colazione.

Mezza giornata di visita di Saigon “Coloniale” che ha inizio con il War Remnants Museum, che potremmo tradurre con “Museo dei ricordi che restano oggi della guerra”.

Dopo una doverosa sosta nella piazza dove il periodo coloniale rivive nell’edificio delle Poste disegnato da Gustave Eiffel e nella neogotica cattedrale di Notre-Dame, si visita un elegante atelier dove sono realizzati i raffinati oggetti in lacca.

Si conclude con il grande mercato coperto di Ben Thanh che è il simbolo stesso della città ed è il luogo in cui tutti possono lanciarsi nello shopping più sorprendente e scatenato.

Cena e pernottamento.

PUNTI DI INTERESSE

Cholon
Cholon è una parte della città di Ho Chi Minh influenzata dalla presenza cinese. Per questa sua caratteristica vanta il primato di più
estesa Chinatown del Vietnam. Durante la Guerra del Vietnam, soldati e disertori dell’esercito degli USA crearono un mercato nero a Cholon, commerciando in diversi articoli americani, soprattutto armi.

Pagoda di Thien Hau
La pagoda di Thien Hau è un tempio in stile cinese situato nella città di Ho Chi Minh, all’interno del quartiere di Cho Lon. La struttura è dedicata a Thien Hau, la Donna del mare, anche conosciuta come Mazu. All’esterno si può notare il soffitto decorato da diverse statuette di porcellana che rappresentano scene religiose e leggendarie cinesi, mentre appesi all’entrata si trovano lanterne e modelli di teatri cinesi realizzati in legno.

Saigon
Saigon, conosciuta anche come Ho Chi Minh, è la città vietnamita più famosa per via del ruolo che giocò ai tempi della Guerra del
Vietnam, durante la quale fu il quartier generale dell’esercito del Vietnam del Sud e degli americani. È inoltre conosciuta per la presenza di monumenti coloniali francesi, come la Cattedrale di Notre-Dame e l’Ufficio Postale Centrale. L’impronta occidentale a Saigon è ancora presente: lo sviluppo della città oggi segue il modello di megalopoli come Bangkok, Hong Kong e Tokyo.

 

 

 

 

 

 

8.

Saigon

Prima colazione.

Partenza verso il cuore delle localitá piú suggestive del delta del fiume Mekong.

Arrivo alla cittadina di Ben Tre.

Ci si imbarca su una motolancia per un’escursione sull’omonimo fiume, uno dei tributari del Mekong.

Si ha quindi l’occasione di vedere lo stile di vita, basato sul commercio fluviale e sulla pesca, della gente locale.

Visita ad una fabbrica di mattoni sulla riva del fiume, dove ancora si usano tecniche tradizionali di cottura dell’argilla.

Successivamente si visita un centro di lavorazione delle noci di cocco.

Si riparte per esplorare i piccoli canali del delta, che si insinuano in una lussureggiante vegetazione e nascondono villaggi tradizionali molto pittoreschi.

Si sbarca in un villaggio tipico del delta del Mekong, per visitare una casa dove le donne creano le stuoie di paglia usate dovunque nella regione.

Tempo a disposizione per curiosare, assaggiare frutta e snacks tipici, e chiacchierare con i locali.

Segue un tragitto con mezzo di trasporto locale lungo una strada di
campagna, che passa attraverso boschi e risaie, in uno scenario rurale classico vietnamita.

Pranzo in ristorante tipico. Si ritorna in acqua e con una barca a remi si raggiunge la motolancia, per poi arrivare al molo.

Rientro a Saigon.

Cena e pernottamento.

PUNTI DI INTERESSE

Cai Be
Cai Be è un distretto nella parte occidentale della provincia di Tien Giang che si estende per una superficie totale di 41mila ettari e ha
una popolazione di circa 280mila persone che vivono in 24 comuni nella omonima capitale. L’economia locale si basa principalmente sull’orticoltura, con un gran numero di frutteti, sul turismo
Cai Be ha un piccolo mercato galleggiante molto caratteristico.

Saigon
Saigon, conosciuta anche come Ho Chi Minh, è la città vietnamita più famosa per via del ruolo che giocò ai tempi della Guerra del
Vietnam, durante la quale fu il quartier generale dell’esercito del Vietnam del Sud e degli americani. È inoltre conosciuta per la presenza di monumenti coloniali francesi, come la Cattedrale di Notre-Dame e l’Ufficio Postale Centrale. L’impronta occidentale a Saigon è ancora presente: lo sviluppo della città oggi segue il modello di megalopoli come Bangkok, Hong Kong e Tokyo.

9.

Saigon/Italia

Prima colazione.

In mattinata ed escursione a Cu Chi, la famosa cittadella sotterranea dei Vietcong che riuscirono a costruire sotto terra un’incredibile rete di magazzini, dormitori, armerie, cucine, infermerie e posti comando collegati tra loro da 250 chilometri di cunicoli e gallerie che resistettero, inviolati, a tutti bombardamenti e gli attacchi portati per anni e anni dalle truppe americane.

Nella boscaglia emergono alcune strutture rese accessibili al pubblico e suggestivi manichini di Vietcong in armi montano la guardia nei punti strategici.

Trasferimento in aeroporto e volo di rientro per l’Italia.

PUNTI DI INTERESSE

Halong
La baia di Halong, situata nella città di Halong, provincia di Quang Ninh, è una destinazione di viaggio molto ambita e fa parte delle
aree protette dall’UNESCO. La zona presenta migliaia di pietre calcaree e isole di varie dimensioni ed è il centro di una vasta area che comprende zone come la baia di Tulong al nord e alcune isole nel sudest.

10.

Italia

Partenza con il volo intercontinentale per l’Italia.

Pasti e pernottamento a bordo.

Arrivo in mattinata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DATE E PREZZI

Comfort

Quote da (valori espressi in euro per persona)

DOPPIA

SINGOLA

TRIPLA

CHILD

29/12/2022

2135

2526

2135

1992

I prezzi sono indicativi, si prega di contattare l’agenzia di viaggio per verificarne l’aggiornamento e la disponibilità.

LA QUOTA COMPRENDE
Voli internazionali di linea dall’Italia con Thai Airways, Singapore
Airlines o altre compagnie Iata in classe turistica;
Sistemazione in camera a due letti con servizi privati negli hotel
indicati in programma;
Trattamento pasti secondo quanto specificato in programma;
Visite ed escursioni in gruppo esclusivo Mistral Tour
Guide parlanti italiano;
Tasse e percentuali di servizio;

LA QUOTA NON COMPRENDE
Le tasse del biglietto aereo, assicurazione multirischio (medicobagaglio e annullamento) le bevande, i pasti non menzionati,
l’eventuale cenone di capodanno (in genere obbligatorio) le mance,
le spese di carattere personale e tutto quanto non indicato nella
voce “Le quote comprendono”.

SPECIFICHE DEL TUO VIAGGIO

DETTAGLI

Tipologia di viaggio: Di gruppo
Lingua: Italiano
Trattamento: Come da programma
Mezzi di trasporto: Pullman; Aereo
Paesi: Vietnam
Minimo passeggeri: 4
Categorie: Comfort
Guida: Locale in lingua italiana
Trasporto: Voli di linea in classe turistica